Nova Gorica: Bene i players Bbet

Mentre qui a Campione si aspetta con ansia il day 2 sperando che Davide Ratto possa risalire la china e posizionare l’ennesima bandierina, a Nova Gorica, dove si sta giocando il Deep stack pro marchiato Assogold, il resto della squadra Bbet imbusta al completo.

Alla fine di un day 1, che ha visto 195 giocatori darsi battaglia già dalle prime ore del pomeriggio sono rimasti in 106, tra questi il team Bbet composto dal trio: Pietro Fovio, Gabriele Venturini e Gian Maria Baroncini.

A guidare la truppa è GianMaria che grazie ad un gioco aggressivo nei primi livelli è salito fino a 127k, sopra avarege di oltre trenta mila, chiudendo in 24esima posizione questa prima giornata.

Determinante ai fini della sua scalata una mano nelle prime ore di gioco. Il player Bbet apre 550 da middle position e viene chiamato da tre giocatori: il bottone lo small blind e il big blind. Flop 2 7 8 rainbow. Betta il grande buio 1525, tribet di Giamma a 3300, forbet del BB a 8500, fivebet ancora di Baroncini a 14700 e call dell’oppo. Turn 4. Check dell’avversario, con ancora 32K dietro, bet del ‘nostro’ a 17000. Fold e Giamma mostra KQ!

Più staccati nelle retrovie Gabriele, che pur aveva cominciato bene portandosi fino a 93k, e Pif che invece ha sempre navigato nelle retrovie, chiudendo comunque la giornata 78esimo con 53k.

 

PPT Campione d’Italia: Davide Ratto resiste

Si è concluso intorno alle due notturne, dopo dieci livelli di gioco, il day 1A del People’s Poker Tour, nella sua ultima tappa di Campione.

Dopo i 217 iscritti di ieri si prevede il tutto esaurito oggi (cap 300) e il nuovo record di presenze per questo evento.

Alla fine della giornate sono rimasti in 121, guidati da Davide Costa con 169k in super rush, molto sopra l’avarage che si assesta intorno ai 36000.

Tante facce conosciute in sala Max Pescatori (di passaggio) Cristiano Blanco, Niccolò Caramatti, Andrea Carini, Irene Baroni. Con gli ultimi tre che hanno iniziato il loro torneo seduti al tavolo con entrambi i rappresentanti del bbet team pro: Maurizio Barlocco e Davide Ratto.

Maurizio dopo un buon inizio, in cui riesce ad accumulare fiches grazie al suo gioco aggressivo, ci saluta precocemente. Siamo al terzo livello, bui 75-150. La Baroni apre da utg a 350, raise del capitano a 1025, call del big blind e di Irene. Il flop è [2h 5c 9c]. Gli avversari fanno check e Maurizio esce 3125, raise a 7000 del big blind, passa la Baroni, il capitano pusha i resti e viene istant callato. Showdown Maurizio [Ah As] oppo [2d 2s]. Il turn e il river sono ininfluenti e Barlocco ci lascia.

Per Davide invece è stato un torneo sulle montagne russe. Prima raddoppia portandosi a 40k con KK contro i 4/5 di colore dell’avversario,che non chiude. Poi poco prima della pausa del quinto livello un giocatore che fino ad ora aveva fatto pochissima azione al tavolo, apre, su bui 150-300, a 750. Davide sente puzza di bruciato e si limita al solo call con QQ. Il flop recita A-Q-J. Il player di Bbet esce puntando soft e viene chiamato. Turn ininfluente e Davide betta forte: 5 mila, call. River ancora ininfluente, l’avversario è rimasto corto, cosicchè il nostro giocatore manda resti e viene istant chiamato da un tris di Assi! Precipitando così a 15k. Poco prima della fine della giornata riesce però a raddoppiare in una mano con AQ trova l’oppo con QJ. Al flop scende la Q ed entrambi i players vanno ai resti. Nessun aiuto per l’avversario e Davide riesce a chiudere la propria giornata imbustando a 26k 69esimo in classifica provvisoria su 121 rimasti.

Oggi seguiremo il day1B a cui partecipa un altro player sponsorizzato Bbet, Alex, e per quanto possibile anche i ragazzi del team pro che stanno affrontando la trasferta di Nova Gorica, dove si tiene il deepstack firmato Assogold. Tutto questo solo ed esclusivamente su http://betonyoulive.wordpress.com/ o direttamente cliccando sul link del bloglive sulla destra della vostra home page.

La nuova moda: il Pineapple!

Stanchi dei soliti giochi? Stanchi di dovervi affidare alle sole due carte del taxas? Avete sempre pensato che l’Omaha sarebbe più bello se si potessero utilizzare tutte e quattro le carte? Siete anche tra quelli che si erano appassionati alla fugace moda del poker polacco? Per voi è arrivato un nuovo gioco: il Pineapple!

Il pineapple è una variante del texas hold’em, viene giocato con le stesse regole e con l’unica differenza che, preflop, vi vengono distribuite 3 carte invece che due. Ma non è finita qui, dopo il classico turno di puntate, ogni giocatore è tenuto a scartare una delle tre carte distribuitegli e a rimanere in gioco con le restanti due. Lo scarto dovrà essere coperto e non rivelato durante la mano, che continuerà con le stesse modalità del texas hold’em. Mmmh…ancora troppo poco vero? Ulteriore variante: il Crazy Pineapple! In questo caso dopo il turno di puntate il dealer svolterà il flop e solo in quel momento vi chiederà di scartare una delle vostre carte, con la reale possibilità che scartiate quella sbagliata!

Ancora racchiuso nella nicchia dei tavoli da circolo e poco presente sulle piattaforme online, il pineapple, è un gioco che non vi risparmierà divertimento come sfuriate, essendo la possibilità di chiudere punti, anche grossi, più alta, ed essendo quasi impossibile sentirsi nuts.

Il vostro blogger di fiducia l’ha provato per voi e vi darà qualche dritta per poter cominciare. La mano migliore preflop è sicuramente AAK con un A e il K suited mentre per la peggiore ho qualche dubbio tra mani indecifrabili come per esempio, 2 5 9 rainbow o un bel tris servito di carte basse ( in questo caso ci rimarrà solo un out per migliorare la nostra coppietta). Come detto ci sono grosse probabilità di chiudere punti alti, quindi non sentitevi assolutamente nuts con top pair top kicker o con bottom two pair e per esperienza vi dico: anche i colori bassi sono punti fragili.

In conclusione, gente che impazzisce perchè il suo colore nuts è stato battuto da un full di 2 o gente che si dispera per aver scartato la carta che gli avrebbe assicurato il piatto, sono immagini esilaranti e frequenti per questo nuovo gioco che non lesina risate e divertimento.

 

Massimo ‘Mela’ Meloni